Lo studio ha rilevato che le persone che tradiscono lo fanno spesso perché hanno più probabilità di aver vissuto la stessa situazione nella relazione dei loro genitori. Anche se non ci sono dati difficili da dire con certezza, ha senso, poiché la familiarità è un comportamento che lo rende più probabile attraverso l’apprendimento sociale e l’educazione. Questo è vero per altri tipi di comportamento in cui la storia personale passata e l’atteggiamento familiare hanno parzialmente previsto comportamenti individuali, come l’aggressione e il suicidio, anche se non si può dire che la storia passata sia predittiva al 100%.

L’infedeltà è un’area piena di conflitti e di prospettive diverse. In un ambiente in cui avere più partner è una norma sociale, essa, se si verifica in una relazione romantica o addirittura gay, può avere significati diversi. Alcune donne tradiscono perché si sentono insicure e tradiscono perché sono insoddisfatte del sesso o lo fanno come punizione. Le donne coinvolte possono reagire in modi diversi e sperimentare l’inganno solo se vengono violate le regole specifiche del contesto, con conseguente tradimento. Nelle culture in cui la monogamia è la norma, l’infedeltà emotiva e sessuale è considerata trasgressiva (moralmente, religiosamente, socialmente ed eventualmente legalmente) con le relative conseguenze.

Spesso tali comportamenti comportano l’inganno e la manipolazione deliberata, portando a esperienze inquietanti e disorientanti che fanno dubitare entrambe le parti della propria capacità di sapere di chi fidarsi. Nonostante i cambiamenti nelle regole comuni, la maggior parte delle coppie lesbo si aspetta di trovare la monogamia. Tuttavia, l’infedeltà è comune. In 20 anni, il nostro comportamento, ma anche il nostro atteggiamento nei confronti dell’infedeltà è cambiato in modo significativo.

Molti altri ricercatori sostengono e riconoscono che studiare l’infedeltà è piuttosto complicato a causa delle variazioni delle definizioni e dei termini ad essa correlati. In ogni caso, il giudizio è un asse principale attorno al quale ruota il dibattito: chi giudica e chi no, come lo fa e come viene coinvolto nel discorso. L’onerting è uno dei più comuni precursori del divorzio e uno dei problemi più difficili e intrattabili per i terapeuti di coppia lesbiche. Gli elementi di rischio studiati nelle ricerche precedenti includono: basso impegno, diminuzione della soddisfazione sessuale e relazionale, tratti specifici della personalità, atteggiamenti permissivi sul sesso, o l’essere in un contesto sociale che condona l’infedeltà. I seguenti fattori sono i più rilevanti:

1) Quando le donne incontrano altre donne che sono attraenti e libere, hanno più probabilità di cedere alla tentazione.

2) Le persone che hanno già avuto delle relazioni sanno che possono ripetersi.

3) Coloro che lo hanno già fatto sono più propensi ad accettare l’infedeltà.

4) Coloro che vi partecipano sono convinti che va bene per attenuare i loro conflitti interni.

5) Pertanto, tradire la propria compagna una volta, lo porterà a ripetersi, poiché gli sforzi per alleviare quello shock interiore possono portare a una maggiore accettazione dell’adulterio per integrare questo comportamento nella propria visione di sé.

6) Per alcuni, questo comportamento può portarli ad affrontare i problemi di fondo e ad alterare il loro comportamento e le loro convinzioni e, ancora una volta, arrivare a considerare il tradimento come inaccettabile.

Dunque, quando una donna è andata a letto con un’altra persona al di fuori delle relazioni coniugali, è più probabile che sia di nuovo infedele. Ma ci sono altri fattori associati. Per esempio, alcune persone tendono a frequentare donne che hanno già avuto questo tipo di comportamento. È più probabile che scelgano un partner inaffidabile e spesso non disponibile.